domenica 10 marzo 2013

E' tutto uno scherzo?


“Un governo va fatto se no non va avanti il Paese. Qualcuno prenderà la decisione di farlo e lo si farà. Ma c'è tempo per discutere, è inutile fare pressioni, non serve a nulla” parola di Ivan Catalano, deputato m5s

Bene, benissimo. Partiamo da qui e riordiniamo alcune cose dette negli ultimi giorni (i pettegolezzi e le indagini ad effetto le lasciamo al gossip)

Se un governo ci vuole, occorre qualcuno che lo voti. Funziona così in Italia e, almeno per ora, lo voti in Parlamento, non su qualche astrusa piattaforma 2.0.

Bersani, quello arrivato primo senza vincere, a domanda diretta se sarebbe disposto a rinunciare a fare il primo ministro (L.Gruber), parla qualche minuto senza dire niente. Ne deduco che non è disposto a rinunciare. Un semplice SI o NO sarebbe stato sufficiente. Beh in fondo ha vinto le primarie, ha la maggioranza assoluta alla Camera, è la coalizione col maggior numero di voti, non vedo perché dovrebbe rinunciare.

Gli fa eco il fido Fassina… se non c’è Bersani, tutti al voto. Champagne!! E i passa trecentoottantamilionidieuro di nuove elezioni da quale conto corrente si prelevano? Temo di sapere la risposta.

Dall’altra parte, Alfano spinge per il governissimo di responsabilità. La stessa responsabilità dimostrata dal pdl quando in aula la schiera di peones si batteva il petto e si flagellava al grido “Eravamo tutti convinti che ruby fosse la nipote di Moubarak!!” (lega compresa non scordiamo). Responsabilità monumentale. Lasciamo stare va.

Non resta che m5s. Abbiamo sentito in tutta la campagna elettorale cose (che condivido in pieno) sulla casta, roba da vergognarsi. Si sono vergognati in tanti ed un quarto abbondante di elettori hanno deciso che Grillo sarebbe stata la persona giusta per cambiare le cose.

Siamo al dunque. In una democrazia rappresentativa, il parlamento legifera se ha una maggioranza. Quindi, logica vuole che per eliminare tutte le leggi fatte in questi 20 anni dal pdl a favore del capo, si passi dall’altra parte. Anzi, si passa dall’altra parte con il coltello dalla parte del manico potendo dettare condizioni. Sono contento. Ho salutato con entusiasmo l’ingresso m5s in parlamento.

Poi sento le prime reazioni… la casta, vergogna … roba da campagna elettorale che è finita. Boh, vabbè ma sono quelli che vogliono ribaltare tutto, un po di inesperienza e di adrenalina residua dalle battaglie prima del voto. Loro non votano le persone, votano le proposte, come in sicilia che funziona a meravilglia.

Ottimo, e allora vai con le idee comuni, ce ne sono un po ma non ne servono molte, costi della politica, legge elettorale, alcune altre cose per riportare la barca in rotta e poi quando è tutto stabile si rifanno elezioni.

Grandissimo!

No. i due guru dicono che se si fa questo accordo loro lasciano… e allora niente accordo. Accidenti ma è uno scherzo? cioe il movimento della rete, delle idee, della spersonalizzazione fatta a sistema implode se i guru puntano i piedi e fanno i capricci? sento alcuni esponenti parlare, davanti a gente che ha appena perso il lavoro perché non c’è un governo che li difenda e cosa rispondono? Devono pensarci quelli che hanno fatto questo scempio in 20 anni. ok ma allora che ci siete andati a fare in parlamento?

Mi torna in mente Grillo… Votate la fiducia ad un governo m5s!!

Beh ok, ok, basta che ci sia e che si faccia. Magari Bersani accetta. Ok dai, quale governo? Chi fa il premier? A domanda rispondono… noi non abbiamo un premier ma ci chiamiamo cittadini (che di per se uno si tocca pensando alle ghigliottine) ed abbiamo un portavoce che cambiamo ogni 3 mesi facendo elezioni in Rete. E il programma economico del premio nobel Stiglitz? Boh, lui nega di avere alcuna collaborazione con m5s

E’ uno scherzo pure questo?

No. non lo è. Quindi avremmo un primo ministro che cambia ogni tre mesi, in Europa ad ogni incontro vedrebbero una persona diversa che naturalmente fa tappezzeria, sempre che non sia teleguidato come la vecchia ambra angiolini. Ma non è che cambierebbe molto. Il gioco a zona li non funziona, si va ancora col vecchio sistema.

Vabbè, ma se parlano di reddito di cittadinanza (sarebbe fantastico, altro che imu), finanziamento alle piccole imprese (anche cavallo di battaglia renziano) ecc. un movimento pragmatico che vive in rete, avrà ben chiara la copertura finanziaria. Si spulcia… 90 miliardi dalla lotta all’evasione. Fermi tutti. Anche Berlusconi ci aveva provato ma in Europa gli hanno pisciato in testa (giustamente) in quanto è impossibile prevedere tale gettito. 30 miliardi dalla svizzera per gli accordi bilaterali. Fermi tutti. Gli accordi non ci sono, se anche ci fossero occorrerebbe un referendum popolare in Svizzera per ratificarlo dall’esito tutt’altro che scontato. E se non ci sono gli accordi da dove saltano fuori i 30 miliardi? Fanno questa domanda ad un esponente ad In Onda … risposta … noi siamo contro la casta, i privilegi ecc.

Per favore qualcuno li avvisi che sono già eletti ed è finita la campagna elettorale e comincino a guadagnarsi lo stipendio che pur se molto decurtato è pur sempre uno stipendio.

4 commenti:

  1. Per favore qualcuno li avvisi che sono già eletti ed è finita la campagna elettorale e comincino a guadagnarsi lo stipendio che pur se molto decurtato è pur sempre uno stipendio

    RispondiElimina
  2. Anche riguardo questo tuo pensiero sono parzialmente d'accordo, ma credo che te e anche moltissimi altri nella sfera del PD facciate un errore. Grillo ha fondato non solo tutta la campagna elettorale, ma tutto il suo movimento, sul concetto che tutti i politici siano dei corrotti e dei criminali, tutti. Destra, sinistra, centro ecc. Partendo da questo presupposto sarebbe totalmente incoerente se il M5S si accordasse con il PD; secondo il loro punto di vista PDL e PD, Berlusca e Bersani, sono tutti sullo stesso piano, praticamente sono tutti dei criminali meritevoli solo di galera. Ti offende il fatto che i grillini e i loro due capoccia considerino chi hai votato te dei criminali? Beh hai ragione, belin ti capisco... Ma capisco anche chi vota PDL e non può dirlo in giro perché altrimenti verrebbe linciato un po' da tutti (alla faccia della democrazia).
    Secondo me per il momento il M5S si sta dimostrando coerente con le sue idee fondanti... Certo staremo a vedere come si evolverà la situazione, ma se io fossi un elettore del Movimento e sentissi che loro vagheggiano anche solo lontanamente un'alleanza su pochi punti con il PD... Beh mi incazzerei parecchio, perché penserei che anche la mia ultima speranza di cambiamento si stia "inciuciando" con la vecchia, corrotta politica.
    Certo, poi io non sono un elettore M5S, però cerco di mettermi nei loro panni e li capisco.
    Mi fa comunque piacere che qualcuno (te in questo caso) cominci a portare l'attenzione su sulle megalomanie di Grillo... La palla su Stiglitz non mi era per niente andata giù... Mi ricorda molto i titoli di studio di Giannino, e questo rapportato al movimento è decisamente deludente. Comunque apprezzo anche che hai messo la foto di Casaleggio e non di Grillo... Ormai comincia a essere evidente chi è che da gli ordini all'interno del democraticissimo M5S.

    RispondiElimina
  3. Grazie del tuo pensiero Giacomo.
    secondo me le idee fondanti del m5s sono "tutti a casa". Non è andata bene al primo giro. cosa facciamo? l'assedio modello medioevo. ci mettiamo qui ed aspettiamo che muoiano di inedia. Il chi muore siamo noi però.
    Il punto è che se vuoi solo vaffanculare e tutti a casa, usi la rete. se vai in parlamento devi fare... il concetto che o ho il 100% o altrimenti fermi tutti è un pochino antidemocratico. hai il 25% dei voti, puoi fare in base a questo, ma devi fare.
    riguardo agli elettori pdl ecc se leggi quanto ho scritto precedentemente, non ho tollerato la criminalizzazione, per niente. se il pdl ha preso cosi tanti voti dobbiamo capire perchè. dare dei pirla è solo un modo per stare sull'altare come la sinistra ha fatto per troppo tempo (e fa tuttora)

    RispondiElimina
  4. secondo me il problema, se problema esiste, è la paura di perdere la verginità. Purtroppo bisogna ricordare a qualcuno che ha votato per anni gente invotabile, che si è turato il naso etc... e che la casta ha contribuito anche lui a costruirla. Non stiamo parlando di Marziani che sono stati catapultati sulla terra, stiamo parlando di un ex dc. Ora fare i duri e puri e soprattut..to le verginelle forse non è il caso, tireranno la corda come ha fatto la lega, poi solo perchè il bene comune lo impone tenteranno di fare i salvatori ella patria, e poi si troveranno impatanati al 4% solo che passeranno 20 anni ancora.
    Forse è meglio che portino i loro punti ora se vogliono cambiare, dalle prossime elezioni il movimento sarà una lunga discesa.

    RispondiElimina

Informazioni personali

La mia foto

Informatico dal 1984, ho affrontato un po' tutti i settori. Ultimamente gestione progetti e analisi software. Da qualche anno mi occupo anche di turismo. Nel tempo perso ... scrivo :)