giovedì 14 marzo 2013

Benvenuto Francesco

Benvenuto Francesco.

E' iniziata in Rete la frenetica ricerca delle ombre nel passato del nuovo Pontefice. Stanno iniziando a saltar fuori documenti, fotografie ecc. che documentano di che razza di diavolo sia il nuovo Papa.

In un giorno ha potuto fare pochissimo, chiamarsi Francesco indicando quale sarà il tono di questo pontificato, rinunciare ai paraventi lussuosi, pagare il conto dell'albergo, rinunciare alla papamacchina, rinunciare alla croce d'oro e mantenere quella di ferro, volere la basilica aperta alle persone mentre lui è dentro, rinunciare alla predica in latino perchè potessimo capire tutti. Pochissimo ed insignificante se vogliamo, ma piu di un segno non poteva dare.

Ho un rapporto molto particolare col poverello, con Assisi, con fraticelli che ho conosciuto ed ho ancora nel cuore, con il loro modo devastantemente fantastico di vivere la fede, con storie di vita personale che si intrecciano. E' stata una emozione sentire quel nome scelto da un gesuita, da tanto tempo ormai vicino alla teologia della liberazione (se non lui in particolare, i gesuiti sudamericani certamente), la chiesa che sta con gli ultimi.

Il profumo che si sente è quello di riscoprire che dopo il primo ed il secondo c'è anche il dessert, la frutta, il caffè, l'ammazzacaffè. Certo un pasto puo finire al secondo, ma se finisce al caffè è più buono.

La dimensione spirituale è questo, completare una vita meravigliosa rendendola inimitabile.

Poi ripenso al fango, ai desaparecidos, a tutte le polemiche che stanno iniziando ad uscire, (generalmente pretestuose, ma va bene così).

Francesco non nacque ne santo ne prete, tutt'altro, si divertì molto nella prima parte della sua vita, figlio di un ricco mercante, vita passata a non far niente, finchè non ebbe modo di ripensare a tante cose mentre si trovava in prigione a Perugia. Una prigione dura come poteva essere nel 1200. Ne uscì diverso. Gli errori fatti da giovane lo aiutarono ad essere quello che è diventato.

C'è bisogno che la Basilica con il mercato intorno alla Porziuncola venga smantellata. C'è bisogno di ritrovare la Porziuncola che è in ciascuno di noi. Con un sorriso.

Benvenuto Francesco

1 commento:

  1. C'è bisogno che la Basilica con il mercato intorno alla Porziuncola venga smantellata. C'è bisogno di ritrovare la Porziuncola che è in ciascuno di noi. Con un sorriso.

    RispondiElimina

Informazioni personali

La mia foto

Informatico dal 1984, ho affrontato un po' tutti i settori. Ultimamente gestione progetti e analisi software. Da qualche anno mi occupo anche di turismo. Nel tempo perso ... scrivo :)