domenica 10 febbraio 2013

Neve a Sanremo, catastrofe per il turismo

Nel 2010, con gli amici del circolo svizzero della riviera di ponente, organizzammo a Sanremo il congresso annuale delle strutture svizzere in Italia. E' un evento che per la comunità svizzera ha una certa importanza. Parteciparono per la prima volta sia le rappresentanze consolari di Genova e Milano, sia l'ambasciatore neo insediato di Roma, oltre naturalmente a tutti presidenti ed incaricati delle varie strutture svizzere in Italia. I partecipanti furono ospitati in diversi alberghi e, vista la distanza da Villa Ormond, sede del congresso, organizzammo un circuito di trenini per portare le persone. Si sa, gli svizzeri sono pignoli, precisi, a volte troppo precisi per il nostro modo di vedere. Ricevemmo feedback legato all'ospitalità. Peraltro in quel frangente, il sindaco Zoccarato, nonostante le conferme sue e della sua segreteria sulla sua gradita presenza al congresso, non si fece vedere per un saluto istituzionale con l'ambasciatore creando anche un certo imbarazzo. Anche questa è ospitalità.  Se non sbaglio l'estate successiva fu il momento del divieto di balneazione (ciclico) e dell'iniziativa "la pupa e il secchiello" (non ricordo esattamente l'anno, ma è poco importante) il tutto grazie ad un depuratore che, immagino, non regge il carico estivo e in funzione delle correnti, dispensa brodaglia ora vero arma, ora verso sanremo. Ecco leggo oggi che il vicesindaco di Sanremo, inviperita, chiede rettifica al tg4 (il tg4!!) per la notizia fasulla (è il tg4 neh!) di sanremo sotto nevicata perchè ... "Quello che è stato detto è incredibile e rischia di avere ripercussioni negative sotto il profilo turistico"
Va bene tutto, siamo in campagna elettorale, zona franca di ragione, verità e buon senso, ma pensare che un servizio del tg4 su una nevicata virtuale, possa creare piu danni al turismo, ad esempio dei liquami che girano in acqua, dei divieti di balneazione nonostante le bandiere blu (!), di stanze con un tavolo, 4 sedie e una lavagna spacciate per sale congressuali, è davvero una pura opera di fede nei confronti del tg4 ed un sistema gridato di nascondere la polvere sotto lo zerbino.

2 commenti:

  1. Va bene tutto, siamo in campagna elettorale, zona franca di ragione, verità e buon senso, ma pensare che un servizio del tg4 su una nevicata virtuale, possa creare piu danni al turismo, ad esempio dei liquami che girano in acqua, dei divieti di balneazione nonostante le bandiere blu (!)

    RispondiElimina
  2. In campagna elettorale si combatte con tutto quello che c'è e.........quello che non c'è!..........Pascensa Segnu'......
    Diana

    RispondiElimina

Informazioni personali

La mia foto

Informatico dal 1984, ho affrontato un po' tutti i settori. Ultimamente gestione progetti e analisi software. Da qualche anno mi occupo anche di turismo. Nel tempo perso ... scrivo :)