martedì 5 febbraio 2013

la mia sinistra (2)


dagli anni settanta, david e sabina, due ragazzi di sinistra, ognuno a modo loro, fanno del teatro e dello spettacolo il loro mestiere. David non lo conosce nessuno, Un giorno sale sul palco di Maurizio, un iscritto alla loggia p2 (tessera 1819), l'inferno in terra per la sinistra vera. Ma oh, una occasione cosi... e diventa famoso. Sabina invece porta un cognome importante. Inutile nasconderlo, sono bravi, vanno avanti, fanno carriera, guadagnano come chiunque. Sabina in particolare non si fa scappare una occupazione, un primo maggio, una protesta da piazza ... peggio del padre di carlo verdone in un noto film... "nun 'so comunista cosi (pugno alzato)... SO COMUNISTA COSIII (due pugni alzati)...". è in prima fila per le rivendicazioni dei lavoratori, perchè lavoratori di tutto il mondo unitevi!!! C'è bisogno, soprattutto in momenti come questi dove il lavoro lo perdono decine di persone e famiglie ogni giorno. Come si fa a ridare una speranza? nella mia sinistra, il lavoro non si crea per legge, ne per diritto divino, quello è solo il lavoro sottopagato e non dignitoso. Nella mia sinistra il lavoro si crea aiutando aziende sane (come Alessandro, vedi la mia sinistra 1). Come? nella mia sinistra, è importante posizionarsi bene in un mercato che magari ci fa schifo ma piaccia o no esiste, è importante avere accesso a tutte quelle agevolazioni o finanziamenti europei che anche Alessandro contribuisce a creare con le sue tasse ma non si riesce in alcun modo a far tornare indietro per investire e creare lavoro. nella mia sinistra i capitali non servono per comprare derivati, ma per finanziare aziende con idee e sane che possano dare lavoro. nella mia sinistra, Alessandro andrebbe in un comune o in una provincia, dove ci sarebbero dirigenti in grado di aiutarlo a crescere col vincolo che crescere significa far lavorare anche altri. nella mia sinistra troverebbe qualcuno che fosse in grado di aiutarlo a crescere ed a ricevere quei finanziamenti cosi importanti per creare lavoro. nella mia sinistra, gli enti pubblici guadagnerebbero su questo e non avrebbero bisogno di aumentare l'imu per coprire i buchi. nella mia sinistra il lavoro crea capitale e il capitale deve creare lavoro. Nella sinistra di david e sabina, il capitale crea rendite, crea speculazioni, crea altri soldi che creano altri soldi. ho visto recentemente sabina tornare a farsi vedere in una delle solite occupazioni in nome della (sua) sinistra. nella mia sinistra avrebbe preso dei gran calci nel culo. nella mia sinistra, quella che vuole persone istruite, quella che la conoscenza è libertà, che l'uomo libero è solo quello che conosce, avrebbe fatto conoscere ai quattro venti la storia di david e sabina, perchè la loro sinistra spacciata per sinistra, non è la mia sinistra.

Anche in questo caso temo che la mia sinistra sia troppo a sinistra per la sinistra

0 commenti:

Posta un commento

Informazioni personali

La mia foto

Informatico dal 1984, ho affrontato un po' tutti i settori. Ultimamente gestione progetti e analisi software. Da qualche anno mi occupo anche di turismo. Nel tempo perso ... scrivo :)